I disturbi emorragici sono un gruppo di condizioni che provocano una scarsa coagulazione del sangue e un tempo di sanguinamento prolungato. Le persone con disturbi emorragici non sanguinano più rapidamente di altre persone, solo per un periodo di tempo più lungo. Alcuni disturbi emorragici sono presenti alla nascita e sono causati da rare malattie ereditarie. Altri si sviluppano durante determinate malattie o trattamenti. La malattia di Von Willebrand e l’emofilia sono i disturbi emorragici ereditari più comuni che colpiscono almeno l’1% della popolazione.  

In generale, i disturbi emorragici rendono difficile fermare l’emorragia quando si verifica una lesione. Con la malattia di von Willebrand, può verificarsi un sanguinamento prolungato con piccoli tagli o durante il lavoro dentale. Con l’emofilia, l’emorragia interna alle articolazioni è più comune, specialmente alle ginocchia, ai gomiti e alle caviglie. Ciò può causare rigidità e diminuzione della mobilità e della forza delle estremità e alla fine può causare deformità articolari croniche.   

Prima di tutto prova a farti queste domande

PAGINA IN ALLESTIMENTO